v2.0
Search
K

Cos'è IO e qual è il suo obiettivo

L'app IO nasce dalla volontà della Presidenza del Consiglio dei Ministri – concretizzata nell'art. 64-bis del Codice dell'Amministrazione Digitale – di istituire un unico punto di accesso telematico a tutti i servizi digitali e digitalizzati erogati dagli enti.
IO rappresenta quindi il principale canale digitale attraverso cui tutti gli enti, locali e nazionali, offrono i propri servizi ai cittadini in modo semplice e personalizzato, direttamente su smartphone o tablet.
L'obiettivo dell'app è facilitare e migliorare il rapporto tra cittadinanza e Pubblica Amministrazione, mettendo le persone al centro e superando le complessità grazie a un'interfaccia che permette di accedere a tutti i servizi pubblici.
IO va quindi considerata come una piattaforma che mette a disposizione degli enti una serie di funzionalità attraverso cui erogare i propri servizi, come:
  • messaggi;
  • promemoria;
  • pagamenti;
  • servizi e collegamenti esterni.
Le sezioni principali dell'app IO
IO è un progetto in continua evoluzione: le sue funzionalità e l'integrazione con altri prodotti e servizi di PagoPA S.p.A sono destinate a crescere nel corso degli anni per rispondere alle nuove esigenze degli enti in maniera strutturata, senza appesantire l'app con sviluppi personalizzati.
Cittadini e utenti
Per "cittadini" e "utenti" si intende chiunque abbia bisogno di interagire con l'app IO per esercitare un diritto o adempiere a un dovere. IO infatti non si rivolge solo a chi possiede la cittadinanza italiana, ma a qualsiasi persona che risiede in Italia e ha una Carta d'Identità Elettronica (CIE) o un'identità SPID.

Perché un ente dovrebbe integrarsi con IO?

Oltre a costituire un obbligo di legge, l'integrazione con IO permette di:
  • valorizzare e accrescere la visibilità dei servizi erogati: IO ha l'obiettivo di riunire in un solo canale tutte le funzionalità di cui enti hanno bisogno.
  • ridurre i costi di sviluppo e comunicazione: gli enti risparmiano sulle spese di implementazione tecnologica e sui costi dell’invio di comunicazioni ai cittadini.
  • raggiungere tutti: per contattare i cittadini, gli enti devono solo conoscere il loro Codice Fiscale. Grazie all'ampia diffusione di IO, c'è un'elevata probabilità che i destinatari siano già utenti dell'app.
  • ridurre eventuali tempi di incasso: la possibilità di far pagare direttamente in app riduce i tempi e i costi di incasso.
Autenticazione forte
La certezza di inviare comunicazioni, avvisi di pagamento e promemoria esattamente alla persona destinataria di quel servizio è garantita dal processo di autenticazione tramite SPID o CIE.
Durante l'autenticazione avviene l'acquisizione sicura del Codice Fiscale utilizzato per identificare univocamente l'utente. Se la persona destinataria non dovesse ancora aver attivato l'app sul proprio dispositivo, la comunicazione non sarà inoltrata e l'ente potrà raggiungerla tramite i canali tradizionali.

Cosa non è e non sarà IO?

Un sistema autonomo di conservazione documentale
Su IO, gli enti che sottoscrivono il contratto Premium possono inviare messaggi con allegati – ma l’app non è e non sarà un sistema di conservazione sostitutiva a norma.
Un progetto dedicato alle imprese, fatta eccezione per le imprese unipersonali
L’app eroga servizi ai cittadini relativamente a tutti gli aspetti della propria vita – familiare, educativa, lavorativa –, se riconducibili al Codice Fiscale della persona fisica. Al momento, non eroga servizi alle aziende.

Come scaricare IO?

Ecco i link per scaricare l'app e utilizzarla come utente: